7 suggerimenti per genitori di bambini terribili

7 suggerimenti per genitori di bambini terribili

Cerchiamo di capire come comportarci con bambini terribili che cercano continuamente di metterci alla prova, di seguito abbiamo 7 suggerimenti su come fare:

  1. quando stiamo insieme ai nostri figli occorre accarezzarli molto, perché il bambino spesso reagisce male perché ha bisogno delle nostre attenzioni e quando non le riceve preferisce che lo puniamo pur di avere un qualche riscontro che noi siamo con lui. Quindi occorre essere sempre gentili e cercare di abbracciarli spesso e dargli spesso attenzioni, cerchiamo quando stiamo con i nostri figli di avere attenzioni per loro e farli sentire importanti ed amati. Loro cercano la nostra presenza e attenzione a quello che fanno e le nostre “carezze”, anche solo parlare con loro o coinvolgerli in quello che stiamo facendo li gratifica e non gli fa cercare di attirare la nostra attenzione con “birichinate”.
  2. l’esempio è meglio di qualunque parola, c’è un detto antico che è molto importante: “se dici una cosa a un bambino forse la farà ma se la fai sicuramente la farà anche lui”. Il nostro esempio è fondamentale perché il bambino tende a imitare le sue persone di riferimento, inoltre occorre farsi amare se si vuole farsi temere, la benevolenza dà coraggio e non avvilisce mai.
  3. è più semplice perdere al pazienza che controllarla, minacciare un ragazzo che persuaderlo, però dobbiamo cercare di mettere la punizione come ultima alternativa. Bisogna cercare di affrontare con ferma gentilezza un bambino piuttosto che punirlo quando ci oppone resistenza.
  4. se devono essere date delle correzioni e castighi lo si deve fare privatamente e mai umiliare il bambino in pubblico. Cercare di evitare di tirare le orecchio o dare castighi simili ai bambini perché questi irritano gravemente i bambini.
  5. le regole devono essere poche e chiare e chiarite prima, magari così i bambini non possono dire di non conoscerle, i bambini hanno bisogno di regole.
  6. cerchiamo di essere empatici e di immedesimarci sui bisogni del nostro bambino, in questo modo sarà più semplice rapportarci con lui e avere pazienza e autocontrollo quando sbagliano.
  7. Mai dare “nomi” al bambino tipo è un “bugiardo”, questo non fa che convincere il bambino di quello che state dicendo e quindi può farlo diventare effettivamente un “bugiardo”, occorre invece se fa qualche cosa che non va fatta dire che “ha fatto brutto lavoro”, così si punisce la sua azione ma non lo si definisce in maniera negativa.

 

Ti potrebbero interessare questi argomenti, cliccaci sopra:
Buongiorno, Frasi celebriNewsAutorealizzazione, Benessere, Diete, Style, News, Rimanere incinta, Gravidanza, Allattamento, Hobby, Risparmio, Genitori e Figli, CoppiaPsicologia, Lavoro, Animali, Ricette&Feste

 

DONNAOMAMMA.IT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.