Come si richiedere la maternità anticipata

Come si richiedere la maternità anticipata

La gestante che ha problemi di salute che mettono a rischio la gravidanza oppure la gestante che presenta delle forme morbose che possono essere ulteriormente aggravate dalla gravidanza devono presentare al Servizio ispezione del lavoro della Direzione Provinciale del Lavoro competente in base alla propria residenza i seguenti documenti:

  • il certificato medico di gravidanza;
  • la domanda di interdizione anticipata;
  • il certificato medico che attesti le gravi complicanze della gravidanza oppure la gestante che presenti delle forme morbose che possono essere ulteriormente aggravate dalla gravidanza;
  • qualunque documentazione che si ritenga utile per la richiesta di maternità anticipata.

Maternità anticipata quando si può richiedere

La maternità anticipata può essere richiesta dalla lavoratrice incinta nei mesi che precedono la maternità obbligatoria dal lavoro, può essere richiesta nei seguenti casi:

  • quando durante la gravidanza insorgono dei problemi di salute che mettono a rischio la gravidanza e per questo è consigliato un periodo di riposo, o nel caso vi siano delle complicanze della gravidanza, o in forme morbose della gestante che possono essere ulteriormente aggravate dalla gravidanza. In tutti i casi sopra descritti la legge tutela la salute della gestante e del bambino;
  • quando le condizioni di lavoro sono tali da mettere a rischio la gravidanza o la salute della donna e del bambino, questo poiché l’ambiente di lavoro non è salubre;
  • quando le mansioni di lavoro della gestante sono pericolose per la gravidanza (ad esempio gestire prodotti chimici, sollevare pesi eccetera) e il datore di lavoro non può far fare alla lavoratrice mansioni diverse e non pericolose per la gravidanza.

Hanno diritto alla maternità anticipata, nei casi sopra elencati, le seguenti lavoratrici:

  • le lavoratrici dipendenti a tempo indeterminato;
  • le lavoratrici dipendenti a tempo determinato;
  • le lavoratrici a progetto e categorie assimilate (ad esempio le lavoratrici coordinate e continuative);
  • le lavoratrici che svolgono prestazioni occasionali;
  • le libere professioniste che versano contributi nella gestione separata solo se in condizioni di salute che mettono a rischio la gravidanza. Le lavoratrici libere professioniste non possono richiedere la maternità anticipata per condizioni di lavoro sono tali da mettere a rischio la gravidanza o la salute della donna e del bambino e neanche per mansioni di lavoro della gestante sono pericolose per la gravidanza
  • le associate in partecipazione.

Qual è lo stipendio durante la maternità anticipata

Durante la maternità anticipata le lavoratrici dipendenti hanno la stessa retribuzione della maternità obbligatoria, cioè percepiscono una indennità economica giornaliera posta a carico dell’INPS pari all’80% della retribuzione media globale giornaliera del periodo di paga immediatamente precedente l’inizio del congedo, con la maggiorazione dei ratei delle mensilità aggiuntive e degli altri elementi ricorrenti della retribuzione.

La lavoratrice in maternità anticipata ha diritto:

  • alla contribuzione figurativa, i contributi saranno “versati figurativamente” dall’INPS;
  • alla quota di TFR e di ferie, oltre alla quota della tredicesima (il 20%) non erogata dall’INPS, la cui erogazione rimane a carico totale del datore di lavoro;
  • alla maturazione dell’anzianità di servizio. 

Per le lavoratrici libere professioniste e le lavoratrici parasubordinate l’indennità di maternità è calcolata per ciascuna giornata del periodo indennizzabile, festività comprese, nella misura dell’80% di 1/365 del reddito medio annuo derivante dall’attività libero professionale o dell’attività di collaborazione coordinata e continuativa, questo per tutto il periodo della maternità anticipata.

Risparmio: tanti piccoli accorgimenti per risparmiare e rimanere in salute…

Ti potrebbero interessare questi argomenti, cliccaci sopra:
Buongiorno, Frasi celebriNewsAutorealizzazione, Benessere, Diete, Style, News, Rimanere incinta, Gravidanza, Allattamento, Hobby, Risparmio, Genitori e Figli, CoppiaPsicologia, Lavoro, Animali, Ricette&Feste

 

DONNAOMAMMA.IT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.