Counselling riproduttivo in caso di pazienti oncologiche che desiderano una gravidanza

Counselling riproduttivo in caso di pazienti oncologiche che desiderano una gravidanza

Il counselling riproduttivo è una consulenza specialistica molto importante per le pazienti oncologiche che desiderano avere una gravidanza.

Subito dopo la diagnosi di una malattia oncologica è bene avere un counselling riproduttivo per capire le strategie da effettuare se si vuole pianificare una gravidanza, prima di effettuare operazioni e chemioterapie.

Vi sono diverse strategie che possono essere messe in atto dalla donna per preservare la fertilità, si possono prelevare e congelare gli ovociti della donna, questo può essere effettuato o con stimolazione ovarica oppure con un metodo farmacologico non invasivo che non richiede una preparazione particolare e non presuppone una stimolazione ovarica, non ritardando così l’inizio della chemioterapia.

Il consulenza spetta all’oncologo, che dovrà spiegare le varie terapie da affrontare e la potenziale perdita della funzione ovarica causata dalla chemioterapia, indicando le varie possibilità di accedere alle varie tecniche di preservazione della fertilità.

La tecnica di crioconservazione degli ovociti deve essere fatta dall’oncologo in stretta collaborazione con un ginecologo esperto in procreazione medicalmente assistita, così da effettuare velocemente tutto l’iter per poter poi permettere alla paziente di effettuare le cure di cui ha bisogno.

 

Ti potrebbero interessare questi argomenti, cliccaci sopra:
BuongiornoFrasi celebriNewsAutorealizzazioneBenessere, DieteStyleNews,Rimanere incintaGravidanzaAllattamentoHobbyRisparmioGenitori e Figli,CoppiaPsicologiaLavoroAnimaliRicette&Feste

 

DONNAOMAMMA.IT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.