Fertilità: la pillola anticoncezionale invecchia le ovaie

Fertilità: la pillola anticoncezionale invecchia le ovaie

Uno studio danese, presentato al Congresso della Società Europea di riproduzione umana ed embriologia, e svolto presso l’Università di Copenaghen, ha dimostrato che la pillola estroprogestinica (la pillola anticoncezionale) causerebbe una sorta di invecchiamento delle ovaie nelle donne che ne fanno uso. Un tale invecchiamento delle ovaie potrebbe comprometterne la fertilità. Lo studio ha stabilito che l’utilizzo della pillola estroprogestinica diminuisce il volume delle ovaie e la riserva ovarica della donna.

Lo studio è stato effettuato monitorando 833 donne di età compresa fra i 19 e i 46 anni, le donne hanno utilizzato la pillola anticoncezionale per tre anni, durante questi tre anni sono stati monitorati i livelli ematici dell’ormone antimulleriano (AMH). L’ormone antimulleriano (AMH) viene prodotto dai follicoli antrali ed è un’indicazione sul patrimonio follicolare della donna. Maggiore è il numero di follicoli e maggiore è la probabilità di concepire della donna. L’ormone antimulleriano (AMH) diminuisce quando diminuiscono i follicoli antrali.

Nelle donne che fanno uso della pillola anticoncezionale si registra una diminuzione di circa il 50% del volume delle ovaie e dei follicoli antrali e di conseguenza risulta diminuito anche l’ormone antimulleriano (AMH).

La pillola anticoncezionale mette a riposo le ovaie, spiega il Ginecolo Andrea Borghini, presidente della Sifes (Società Italiana di fertilità e sterilità), quindi è ovvio che le ovaie non essendo stimolate producano meno follicoli antrali. Resta da capire però cosa succeda quando l’assunzione viene interrotta, cioè se i valori rimangono effettivamente bassi oppure si ripristinano sulla normalità. Secondo Borghini occorrerebbe dosare l’ormone antimulleriano (AMH) anche dopo tre mesi dalla sua sospensione.

Il Professor Petersen, che ha svolto lo studio, ha concluso che le donne devono essere messe a conoscenza di quello che accade alle loro ovaie durante l’utilizzo della pillola anticoncezionale, troppe volte secondo lui questo farmaco viene prescritto con troppa superficialità. Il Professor Petersen ha poi concluso che non ci sono attualmente studi su quello che avviene nelle ovaie delle donne dopo la sospensione della pillola quindi l’effetto della pillola potrebbe essere reversibile sulle ovaie, però è bene informare le donne al momento della prescrizione della pillola.

 

Ti potrebbero interessare questi argomenti, cliccaci sopra:
Buongiorno, Frasi celebriNewsAutorealizzazione, Benessere, Diete, Style, News, Rimanere incinta, Gravidanza, Allattamento, Hobby, Risparmio, Genitori e Figli, CoppiaPsicologia, Lavoro, Animali, Ricette&Feste

 

DONNAOMAMMA.IT

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.