Ricetta Pasta alla gricia

La pasta alla gricia è una ricetta veloce e comoda da fare, ha solo tre ingredienti ed è di sicuro effetto, sarà un successo!

E’ una ricetta pronta in 20 minuti se hai tutti gli ingredienti disponibili e il pecorino già grattugiato.

INGREDIENTI per 2 persone:

  • 150 grammi di pasta da scegliere a vostro gradimento fra penne, tortiglioni, mezze penne o rigatoni

  • 40 grammi di guanciale (possibilmente una fetta di guanciale tagliata spessa circa un centimetro da carne fresca del macellaio o del reparto macelleria del supermercato)

  • 25 grammi di pecorino (possibilmente già duro in modo da non dover aspettare che si secchi prima di poterlo grattugiare)

COME SI PREPARA

  1. Mettete sul fuoco una pentola con dell’acqua per cuocere la pasta, portate ad ebollizione l’acqua dopo di che versate la pasta e cuocetela al dente. Nel frattempo si taglia il guanciale con un coltello eliminando la cotenna, che è la pelle del maiale. La cotenna andrà buttata. Il guanciale senza cotenna lo potete tagliare con il coltello a dadini. Il segreto è che i dadini devono contenere ognuno un po’ di parte magra e un po’ di parte grassa, in questo modo verrà un piatto succulento.

  2. Quando avete buttato la pasta occorre mettere una padella sul fuoco e versarvi il guanciale in modo da farlo rosolare, non c’è bisogno di aggiungere olio perché di lì a poco il grasso del guanciale si scioglierà e la parte magra diventerà croccante. A questo punto occorre spegnere il fuoco e mettere in un piatto il guanciale mentre lasceremo nella padella il grasso di cottura, il fuoco della padella non andrà più acceso.

  3. Quando la pasta sarà al dente la scoleremo e la metteremo in padella assieme al grasso di cottura. Poi si aggiunge il guanciale che abbiamo nel piatto e il pecorino grattugiato e si mescola il tutto con due cucchiai di legno. A questo punto si versa nei piatti. Questo pianto andrebbe mangiato caldo. Buon appetito!

 

Se non avete pronto il pecorino grattugiato procedete in questo modo:

  1. Tagliate a fette il pecorino e tagliategli via la buccia. La buccia contiene conservanti quindi va buttata.

  2. Grattugiate il pecorino, se è troppo morbido per essere grattugiato, occorre tagliarlo a dadini e metterlo in un piatto a temperatura ambiente per alcuni giorni, girandolo ogni giorno, fino a che non è diventato duro. Quando il pecorino sarà diventato duro potete grattugiarlo.

 

 

Ti potrebbero interessare questi argomenti, cliccaci sopra:
Buongiorno, Frasi celebriNewsAutorealizzazione, Benessere, Diete, Style, News, Rimanere incinta, Gravidanza, Allattamento, Hobby, Risparmio, Genitori e Figli, CoppiaPsicologia, Lavoro, Animali, Ricette&Feste

 

DONNAOMAMMA.IT

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.